Tunisia – Il Sindacato UGTT esclude le donne dai ruoli di responsabilità

Alle Sedi e Gruppi locali UDI
Alle Donne dell’UDI
[4/1/’12] 
In allegato e di seguito vi trasmettiamo Comunicato Stampa inviato, in data odierna  in merito a:
 
Tunisia – Il Sindacato UGTT esclude le donne dai ruoli di responsabilità

Si è tenuto negli ultimi giorni dell’anno appena trascorso il Congresso della centrale sindacale tunisina UGTT: un congresso molto importante per il rinnovamento della storica organizzazione, che ha organizzato e partecipato alla lotta per la cacciata di Ben Ali e che per molti anni è stata una isolata voce di resistenza nel Paese.

In tutti i grandi appuntamenti, in tutte le lotte, le donne e le sindacaliste tunisine (nella scuola, nel tessile, nel turismo) sono state parte attiva e in preparazione del congresso di dicembre hanno presentato le loro candidature nelle diverse liste per la Direzione (Bureau Executif) nazionale dell’UGTT.

Fino a pochi giorni prima del congresso il portavoce del sindacato aveva confermato che la presenza delle donne negli organismi dirigenti ‘è un principio inviolabile per l’UGTT’: ricordiamo che le donne sono oltre il 47% degli iscritti al sindacato in tutto il Paese!

Nella nuova Direzione eletta dal congresso, composta da 13 rappresentanti, non ci sono donne.

Hanno presentato la loro candidatura: Wassila Ayachi, Habiba Selliti, Mongia Zebidi, Naima Hammami, Fadhila Melliti.

A loro il nostro sostegno e incoraggiamento. All’UGTT tutta ci permettiamo di dire: peccato, avete mancato un appuntamento importante, non avete onorato la storia della vostra organizzazione. Auspichiamo che al più presto troviate la strada per correggere l’errore e dare i giusti riconoscimenti alle sindacaliste, nell’interesse della giovane democrazia tunisina e di tutte le donne e gli uomini che lavorano e lottano per una democrazia reale.

Le Responsabili della Sede Nazionale

Vittoria Tola – Grazia Dell’Oste

UDI – Unione Donne in Italia
Sede nazionale Archivio centrale
Via dell’Arco di Parma 15 – 00186 Roma
Tel 06 6865884 Fax 06 68807103
udinazionale@gmail.com
www.udinazionale.org

***

Una notizia passata inosservata e non commentata dalla stampa, data l’importanza del Congresso UGTT in questo momento. La Confederazione sindacale tunisina è forte di quasi mezzo milione di iscritte e iscritti e questo suo 22° Congresso è il primo del nuovo corso dopo la rivoluzione democratica. Non vi è dubbio sui propositi democratici e sull’osservatorio democratico istituito (aspre sono state le critiche ai delegati uscenti), ma è inspiegabile l’assenza delle donne nel direttivo sebbene quattro abbiano presentato la loro candidatura. Sebbene moltissime donne del sindacato abbiano avuto un ruolo attivo nelle proteste e nei sit-in di piazza da quando il giovane Mohamed Boaziz si diede fuoco. E sebbene Ahlem Belhaj, rappresentante dell’Associazione Tunisina Donne Democratiche, nel primo giorno dei lavori, abbia richiesto con forza col suo intervento parità nelle cariche e per i diritti di genere all’interno della struttura sindacale. Facendone una proposta per l’inserimento non solo nello Statuto sindacale, ma anche nella Costituzione nazionale.  Sette le donne inizialmente su 50 candidati, in cinque liste poi ridotte a tre di 13 candidati. Nel nuovo Comitato Esecutivo di 13 membri, su quattro uscenti tre sono stati rieletti, nessuna donna dunque, e Hassine Abbassi eletto segretario generale, proveniente dal mondo della scuola. (fonte CGL)

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Donne nel mondo, Parità di genere

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...