L’insospettabile 2

 foto från Aftonbladet

 

Se  Maria Carlshamre [vedi post prec.] tenta di aprire la prigione delle vittime, Göran Lindberg ci conduce nell’acquartieramento  dei violentatori. Ventitré capi di accusa tra cui sadismo, crudeltà, stupro, molestie e violenze fisiche, associazione per delinquere a sfondo sessuale, intermediario in un giro di perversione. Almeno undici adolescenti violentate e seviziate … minacce in puro stile mafioso: so dove abiti, carina …

Era stato beccato dalla polizia mentre andava all’appuntamento avendo adescato una 14enne. In macchina i ferri del mestiere: corde, catene, bavagli, manette, altri oggetti di godimento … e  naturalmente viagra.

Il massimo dell’insospettabilità. Capo della polizia di Upsala per nove anni fino al 2006 e direttore dell’Accademia di polizia. Consulente del governo, faceva perfino conferenze del tipo donne e violenza per conto dell’ONU, come esperto sulla parità di genere e sull’abuso nei confronti delle donne. Un perfetto mix di teoria e pratica.

Il 29 giugno scorso tutta la Svezia lo vede davanti ai giudici dove la Pubblica accusa gli rovescia una caterva d’immondizia accusatoria. Si difende, sì ho pagato qualche prostituta, ma non ho mai usato violenza. E’ tutto falso. Ho sempre pagato e ho avuto rapporti equilibrati.

Le testimonianze invece schiaccianti: «Si sedeva su di me, fino a togliermi il fiato … Mi ha stretto le mani al collo, sono diventata cianotica» (Corsera, 30 giugno,2010).

La grande metafora del potere totale è vissuta di nascosto in un ciclo completo di sottomissione fisica del corpo femminile, con delirio di piacere e annientamento.

Un altro shock nazionale nella Svezia genericamente tranquilla. Tutta la nazione segue il caso. A fine luglio (impensabile in Italia) il tribunale di Sodertorn lo condanna a 6 anni e sei mesi, avendo riconosciuto almeno dieci capi d’accusa a suo carico.

foto da: http://www.fokus.se/2010/06/goran-linberg-infor-ratta

/

Annunci

Lascia un commento

Archiviato in Contro la violenza sulle donne, Donne in Europa, Giustizia

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...