Il governo deve risarcire le donne vittime di violenza

Da Repubblica.it

Innovativa sentenza del Tribunale di Torino che ha condannato la presidenza del Consiglio e il premier Berlusconi nella figura di presidente protempore a indennizzare una ragazza aggredita da due stranieri. Lo Stato Italiano è l’unico assieme alla Grecia che non ha ancora recepito la direttiva europea sugli indennizzi a vittime di reati intenzionali

Lo Stato italiano deve risarcire le vittime di violenza sessuale (e di altri reati contro la persona) se il colpevole, per varie ragioni, non lo fa. E’ questo il senso di una sentenza con cui il tribunale civile di Torino ha condannato Silvio Berlusconi nella figura di attuale presidente protempore del consiglio dei ministri a versare 90 mila euro a una giovanissima studentessa piemontese che nel 2005 venne aggredita da due stranieri.

Il giudice, Roberta Dotta, ha accolto la richiesta presentata dagli avvocati dello studio legale Ambrosio e Commodo, i quali non hanno fatto altro che ricordare come lo Stato italiano, unico caso in Europa insieme alla Grecia, non si sia ancora allineato a una direttiva comunitaria del 2004: “Bisogna prevedere – è la tesi – un sistema di indennizzo delle vittime di reati intenzionali violenti commessi nel territorio da persone di qualsiasi nazionalità”. “L’Italia – commenta Renato Ambrosio – è inadempiente da molti anni. Grazie a questa sentenza, che giunge al termine di una causa pilota, adesso dovrà provvedere”.

I due imputati della violenza, entrambi stranieri, erano stati condannati in via definitiva, al termine del processo penale, a dieci anni e quattro mesi di reclusione, ma non avevano indennizzato la parte civile: non solo non avevano le risorse economiche, ma durante il giudizio di primo grado si erano resi latitanti (rintracciati all’estero, ora sono stati arrestati)

Annunci

4 commenti

Archiviato in Contro la violenza sulle donne

4 risposte a “Il governo deve risarcire le donne vittime di violenza

  1. silenzi matteo

    mia sorella e stata aggredita da ignoti che volevano caricarla su una macchina per violentarla senza riuscirci solo perche lei è riuscita a difendersi con coraggio, tutto questo gli è costato una costola e un dito rotto quattro denti e le gengive piu cinque punti sul labbro, tutto questo gli costera piu di 8000 euro esistono degli agliuti per affrontare questa spesa? come puo essere che si distruggi il corpo un ospedale ti rimette a nuovo ma se ti rompono i denti no? spero in una vostra risposta

  2. UdiReggio

    Caro Matteo,
    la risposta più banale che potremmo darti è quella della denuncia, ma poiché parli di “ignoti” intuisco che la stessa potrebbe dare esiti ben scarsi, nonché poco tempestivi, in termini di risarcimento e aiuti.
    Posso limitarmi a segnalarti i numeri di diversi centri antiviolenza, limitatamente alla Calabria, che trovi qui http://suddegenere.wordpress.com/numeri-utili-calabria/
    Nonché un numero telefonico di aiuto e consulenza: Antiviolenza Donna Numero Verde 1522.
    Facci sapere
    D.

  3. C.

    Salve, trovo il vostro articolo molto interessante e vorrei porvi un quesito. Se una persona subisce comportamenti di stalking, tentato sequestro e comportamenti da parte di una terza persona che per mancanza di prove non viene imputata, può la persona che subisce i danni psicologici e non solo chiedere un risarcimento allo Stato? Se si in che modo dovrebbe muoversi? Avendo come conseguenza l annullamento di se stessa e gravi blocchi psicologici?
    Grazie

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...